Mandami a quel Paese

Vuoi mandarmi anche tu a quel Paese? (O vuoi solo salutarmi?)

Ricordandoti che i miei lo fecero anni fa senza mai pentirsi della scelta, contattami pure a: virginiamanda@gmail.com

(Ogni Paese è ben accetto!)

7 thoughts on “Mandami a quel Paese”

  1. Ciao! Voglio solo farti i complimenti per il tuo blog. Mi piace molto la leggerezza e l’ironia con cui scrivi di argomenti a volte profondi e personali. E soprattutto mi fa piacere trovare finalmente qualcuno che sappia scrivere in un italiano decente, con accenti e apostrofi al posto giusto! In bocca al lupo per la tua vita itinerante. Mi viene da pensare che, invece di perdere le radici, tu abbia solo delle radici molto più estese e che ti portino acqua da tanti terreni differenti. Più che problema, lo definirei vantaggio.

    Liked by 1 persona

    1. Grazie Claudio, che bel messaggio hai scritto🙂
      Per quanto riguarda gli accenti e gli apostrofi, quando scrivo dall’ipad non riesco ad essere sempre precisa, infatti ci sono certi post nel blog scritti proprio con i piedi! Però cerco di fare il mio meglio!
      A presto, allora, conto di trovarti in giro per il Mondo prima o poi!

      Mi piace

  2. Ciao Virginia, ti scrivo perché passando dal Blog di Antonia ho trovato un tuo post e mi è piaciuto molto leggerlo.
    Non so quasi nulla di te, tranne ciò che hai scritto nella presentazione, ma io forse in Inghilterra a studiare un annetto ci sarei rimasto…
    Io adoro le Canarie, ma vivo e lavoro a Milano in attesa di trasferirmici…
    Penso che là sarò davvero felice…lo penso ora però…che sono qua…perché tutte le volte che vado di la devo andare in una loro capitale per sentirmi davvero quasi felice.
    Concludendo, un attimo di prima di mandarti a quel paese, penso che in 25 anni io ho quasi sempre sognato una cosa e la vita mi ha portato ad ottenerne un altra…non mi sarò impegnato abbastanza? Forse! O forse è così che gira il mondo e gli Dei, se esistono, ogni tanto si divertono come facevo io da piccolo con le formiche…le spostavo da una parte all’altra per disorientarle…o gli mettevo degli ostacoli lungo il loro percorso…e le costringevo a scegliere da che parte voltare…destra o sinistra.
    E queste erano le formiche a cui incontrandomi, in una campagna piemontese estiva in cui trovare qualcosa da fare era davvero difficile, era andata decisamente meno peggio!

    Un abbraccio e mentre stai a quel paese trova te stessa…perché sennò sarà qualcun altro a trovarti!

    Liked by 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...