Volere quello che si fa

Sono in Cile da qualche giorno. Nel giro di quattordici ore sono passata da essere una studentella fuorisede cui la massima preoccupazione è arrivare preparata agli esami, ad essere moglie di bella presenza (Uahahahah, sì dai: era una battuta) che accompagna il marito in trasferta e sorride alle cene. Indossando pure lo stesso paio di … Leggi tutto Volere quello che si fa

Annunci

Il copione

Sto facendo, per vari motivi diversi tra loro, i conti con qualcosa che prima d'ora non mi aveva mia preoccupato: l'età. E non perché inizi a notare i segni del tempo (due sono le cose: o sono particolarmente fortunata o sono particolarmente scema. Infatti non li noto) ma perché mi sto iniziando ad annoiare. Sarà … Leggi tutto Il copione

Tornare all’università a 34 anni.

Incredibile ma vero, ho 34 anni. E sono tornata a studiare. Studiare nel senso che viene subito in mente: sui banchi, con lo zainetto, l'astuccio con le penne e il quaderno degli appunti. Proprio così. Ci sono delle piccole differenze: lo zainetto è in pelle (di una marca impronunciabile che  comprò in un impeto di … Leggi tutto Tornare all’università a 34 anni.

Trentennitudine – la comunità

Eccomi qui: sono state due settimane intese, e i giorni più duri devono ancora arrivare. Sto imparando molte cose, e alcune mi hanno fatto macinare i pensieri per cui so che ne scriverò più avanti. Ma oltre agli argomenti didattici, sto imparando molto anche dal punto di vista sociale, e questo mi ha portato a … Leggi tutto Trentennitudine – la comunità

“Your final destination is: Spain!”

(Sono decisamente troppo sensibile in questo periodo). Tutto è iniziato domenica: ci siamo svegliati, l'Orso ha preparato il caffè (ogni mattina, quando vi svegliate e prendete la moka in mano, pensate alle povere mogli polentone di gente nata nel raggio di 100 km da Napoli che non potranno mai avvicinarsi ad una di esse senza … Leggi tutto “Your final destination is: Spain!”

Mimosa

  Era venerdì. Io ero arrivata con mezz'ora in anticipo al lavoro. Scendendo dall'autobus ho sentito un profumo familiare, che non sentivo da tanto tempo. La mimosa.   Allora ne ho approfittato e ho fatto un giro nel parco, seguendo il profumo. C'erano due mamme, bionde tutte e due, a una decina di metri di … Leggi tutto Mimosa

Sognare in piccolo

Negli ultimi giorni mi sono ritrovata a pensarci spesso. Da sogni grandi ultimamente sono passata ad avere sogni piccoli. Mi sveglio, mi faccio il caffè, mi godo gli uccellini che cinguettano, inveisco contro i figli dei vicini che si cimentano con pessimi risultati al flauto (non te sì bon, moaghea!), mi rincuoro pensando che prima o … Leggi tutto Sognare in piccolo

La donna abitata

Avevo iniziato a leggerlo un mese fa. Un inizio poco appassionante, e io avevo tanti pensieri per la testa. Però era da tanto che desideravo leggerlo: da quando l'avevo trovato nel programma di Letterature Sudamericane dell'Università. Ma era un esame che non rientrava nel mio piani di studi, ci pensavo come a un esame da … Leggi tutto La donna abitata

Do you need somebody? E c’è ancora cielo*

Stare a casa da soli aiuta. A pensare. Io per esempio ho fatto un sacco di progetti per i mesi venturi e, ops, la Svezia non è inclusa. Esempi: - cammino di Santiago a giugno - corso intensivo a luglio (da decidere il luogo, ma English-speaking) - corsetto veloce di una settimana ad agosto (da … Leggi tutto Do you need somebody? E c’è ancora cielo*

Sono stata a Londra e mi sono venuti tanti pensieri

Eccomi tornata, oh come ti vedo rilassata mi ha detto l'irlandese con cui parlo ogni settimana ore 14 orario di Greenwich . Ho fatto un giro proprio bello, non è andato storto niente, c'è stato il sole a Matera, il sole il giorno che abbiamo deciso di andare al mare, abbiamo fatto il bagno ("Com'è … Leggi tutto Sono stata a Londra e mi sono venuti tanti pensieri