E allora?

“Casa nuova, vita nuova“, si dice. E’ da dieci giorni che abbiamo cambiato casa. Siamo passati da un bilocale minuscolo arredato nella zona più ambita della città (quella con i locali, i ristoranti bio, le caffetterie con le sedie in alluminio, le lavagne grandi, i camerieri con le bretelle e i caffé dai quattro dollari…

Vota:

Perché siete così ostili?

Seguo varia gente su Twitter e non ho potuto fare a meno di notare come nei 140 caratteri sia molto più facile scrivere in modo ostile. Chi ha molti seguaci è in genere qualcuno che ce l’ha con il mondo. E per emergere non devi solo “avercela” con il mondo, devi anche usare l’esagerazione, l’ironia…

Vota:

Il papà di provincia

Sabato sera: arriviamo un po’ sfranti all’orario della cena. (Inizio ampio cappello introduttivo) Io sono atterrata a Bergamo venerdì pomeriggio (dopo quattro ore e mezza di volo), e lì, nel diluvio (che come benvenuto dopo i venticinque gradi canari non è male) mi ha infilata in macchina CON QUARANTA MINUTI DI RITARDO in mezzo ai…

Vota:

L’ansia di mettere ✓

A marzo, in Armenia ho conosciuto un ragazzo spagnolo. Io con gli spagnoli, “per fortuna purtroppo” (come diceva Irene Grandi) vado d’accordo. (Sì, lo so, solo citazioni d’alto livello in questo blog). E così, passeggiando per Yerevan il tizio mi dice che ha l’ansia di vedere più cose possibili in quella settimana in Armenia. Ora,…

Vota:

Lista di cose da fare prima dei 30 anni: Virgh risponde

Già. A quanto pare ben trentasette persone sono arrivate sul mio blog cercando questa fantomatica lista. E, come al solito dato il buon cuore, rispondo*. 1) Un trio. So che è la risposta che state cercando e quindi non giriamoci intorno. La metto al primo posto così state tranquilli. 2) Un figlio. Ammettiamolo: i papà…

Vota:

Sono stata a Londra e mi sono venuti tanti pensieri

Eccomi tornata, oh come ti vedo rilassata mi ha detto l’irlandese con cui parlo ogni settimana ore 14 orario di Greenwich . Ho fatto un giro proprio bello, non è andato storto niente, c’è stato il sole a Matera, il sole il giorno che abbiamo deciso di andare al mare, abbiamo fatto il bagno (“Com’è…

Vota:

Un’Italia che non è la tua ma che ti manca.

Eccomi, appena ri- entrata a casa (concetto estendibile a piacimento, ma stavolta restringiamolo a: dove dormo di solito). La Sicilia mi ha accolto con il sole, tanto sole, il mare, tanto mare, chili in più, tanti chili in più. Non cercavo una vacanza, non cercavo altro da me, non cercavo un altrove. Eppure anche solo…

Vota:

Come distinguere un crucco da uno svedese

– lo svedese è semi-crucco, il crucco è crucco intero – lo svedese porta la camicia a quadretti (fanno sconti incredibili da Dressman) il crucco porta la camicia a righe. E a mille altre improponibili fantasie. – lo svedese gira in tinta. Ha i pantaloni in tinta con il fazzoletto. La camicia in tinta con…

Vota:

Great expectations (ovvero di quella sera che mi sono girata ed ho detto: un inverno qui vale come cinque italiani, cinque inverni qui e io non sarò più fertile, anche se mi sembra chiaro che dal momento che ti sei messo con me tu di figli non ne volessi proprio avere. Ma forse mi sono sbagliato, ha risposto, magari facciamo solo due anni, ha aggiunto. Prega che il prossimo non sia bisestile, ha pronunciato una voce alle sue spalle. Gli ho fatto credere che fosse la sua coscienza) E invece è un post allegro. C’eravate cascati, lo so.

Quando una si sveglia alla mattina e vede che la temperatura è meno tredici al quindici di marzo, poi si dimentica che esistono anche le cose belle. Quando una esce di casa e sente che ha congelato anche il reggiseno, si dimentica delle cose belle. Eppure ci sono. Una è che mi hanno dato un…

Vota: