Non sapevo di dovermi sposare: puntata n° 3. La scelta del luogo. (In gergo “lochesciòn”)

  Eccoci alla terza puntata della serie evento dell'anno: Non sapevo di dovermi sposare.   Lo so che avevo promesso di parlare della scelta del luogo dei festeggiamenti (in gergo comune "lochesciòn") ma c'è un altro tema che va scandagliato prima. Sento che è arrivato il momento di espormi e fare pubblicamente una premessa. "Non … Leggi tutto Non sapevo di dovermi sposare: puntata n° 3. La scelta del luogo. (In gergo “lochesciòn”)

Annunci

Sanremo (perché non si è mai abbastanza lontani per Raiplay)

Oh finalmente è arrivato Sanremo. Ero un po' preoccupata di non riuscire a vederlo quest'anno. E invece no, grazie Mamma Rai. (E Raiplay) Ecco le mie pagelle. (Sì, ne sentivate tutti il bisogno, lo so).   Categoria: bene, bravi, bis Scenografia: 8 Quella di uno spettacolo internazionale, molte luci, avvolgente. Mancano i fiori. E in … Leggi tutto Sanremo (perché non si è mai abbastanza lontani per Raiplay)

Talo italiassa – cose che si scoprono il venerdì sera con il raffreddore

Gli ultimi giorni sono stati di temperatura, come dire, variabile. Domenica c'è stato il record: quindici gradi SOPRA lo zero. A inizio marzo quindici gradi non s'erano mai visti (ma neanche a Maggio, eh!) (no dai, scherzo) (insomma...). Ma l'euforia collettiva (la gente che inizia a parlarsi nei supermercati, indice inequivocabile di arrivo definitivo di … Leggi tutto Talo italiassa – cose che si scoprono il venerdì sera con il raffreddore

Santa Lucia, e piange l’emigrante (e pure l’emicrania)

Oggi a scuola c'è stato il coro di Santa Lucia, tradizione svedese (ma, mi dicono dalla regia, tradizione scandinava in generale) in cui -faccio breve-  si festeggia il giorno più buio dell'anno (hai presente la bella gente nel sud Europa che festeggia Ferragosto con le grigliate?  Patetici) mettendo in testa ad una bambina bionda delle … Leggi tutto Santa Lucia, e piange l’emigrante (e pure l’emicrania)

We cannot reach any higher

Dopo circa 700 km macinati in un giorno (beh? cos'è quella faccia? Anche i co - piloti si stancano! Mica facile trovare sempre argomenti nuovi di conversazione, cambiare le stazioni radio, chiedere soste all'autogrill...), dopo cinque giorni trascorsi nella Campania Ridens a casa della family in law (e che sarà mai, mi sembra di sentire, … Leggi tutto We cannot reach any higher

Registrazione delle frequenze anomale

Se esistesse un rilevatore di frequenza d'uso per parole ed espressioni usate/sentite nei giorni tra Toscana/Puglia/Basilicata/Campania/RiBasilicata/RiPuglia (da giovedì notte a stanotte, troppo pochi giorni per così tanti chilometri) avrebbe rilevato l'aumento sconsiderato delle seguenti: - caffè - ceniamo/dove andiamo a cena/facciamo una cena - mangiamo/cosa mangiamo/dove andiamo a mangiare/vi porto a mangiare in/ siamo invitati … Leggi tutto Registrazione delle frequenze anomale

Manga, oh många…

"Manga" è una parola che mi segue da un po'. Quando stavo in Spagna l'Ispanofono la usava spesso per "rubare", a quanto pare da quelle parti è sinonimo di "fregare" ma con una visiva etimologia: "mettersi nelle maniche". E a me ha sempre fatto ridere. Non lo so perché, in spagnolo mi fanno ridere le … Leggi tutto Manga, oh många…

Positività e altre amenità

Bene, l'anno è iniziato, e come tutti gli anni prometto di essere buona. Prometto di essere buona e poi mi tocca prendere un volo Bergamo- Skavsta la mattina presto, col caffè che mi brucia la lingua, con l'autoradio che canta "non aver paura di sbagliare un calcio di rigore..." e il decollo che mi fascattare … Leggi tutto Positività e altre amenità

انا قادم

E' successa una cosa "non necessariamente dolorosa" [cit.] che pero' avra' (se lo vorro') conseguenze sulla mia vita futura, di persona, di cialtrona e di coppia. La qual cosa si chiama: pronto buongiorno, vorremmo offrirle un lavoro. Lo stipendio lo decida Lei.   Obviously as you my dearest readers, surely know, la prima domanda da … Leggi tutto انا قادم

Entusiasmo

Ero in questo posto stamattina, pieno di stranieri, uno di quei posti risucchiati dal ventre del mondo e risputati fuori in varie zone a caso, e gli stranieri comunicavano tra loro in un idioma mutualmente comprensibile che per loro era italiano e per gli italofoni non era comprensibile, e tra loro c'era uno molto più grande dell'età … Leggi tutto Entusiasmo