La sottile arte della procrastinazione

Ricordate quando (poco) tempo fa mi bullavo della mia abilità organizzativa? Dimenticatelo. Oggi sono qui per parlare di un altro talento che mi contraddistingue: la procrastinazione. Durante gli ultimi anni del liceo e tutto il percorso universitario non mi sono fatta mancare nulla come esperta agonistica di corsa all'ultimo momento. Ho consegnato la domanda che … Leggi tutto La sottile arte della procrastinazione

Che bello, piove!

Dopo giorni di caldo soffocante ("Non smetterà di fare così caldo fino a fine febbraio, ha gracchiato tronfia la voce del radiogiornalista l'altro giorno") oggi piove. Tuoni, lampi, boati del cielo, ticchettio delle gocce sui vetri: ah, che pace. Non avrei mai immaginato di sentirmi così sollevata e grata per la pioggia... come cambiano i … Leggi tutto Che bello, piove!

Perché siete così ostili?

Seguo varia gente su Twitter e non ho potuto fare a meno di notare come nei 140 caratteri sia molto più facile scrivere in modo ostile. Chi ha molti seguaci è in genere qualcuno che ce l'ha con il mondo. E per emergere non devi solo "avercela" con il mondo, devi anche usare l'esagerazione, l'ironia … Leggi tutto Perché siete così ostili?

Sognare in piccolo

Negli ultimi giorni mi sono ritrovata a pensarci spesso. Da sogni grandi ultimamente sono passata ad avere sogni piccoli. Mi sveglio, mi faccio il caffè, mi godo gli uccellini che cinguettano, inveisco contro i figli dei vicini che si cimentano con pessimi risultati al flauto (non te sì bon, moaghea!), mi rincuoro pensando che prima o … Leggi tutto Sognare in piccolo

Domani torno in Italia

Domani pomeriggio prendo l'aereo e sabato mattina atterrerò a Milano. Torno in Italia. Era un viaggio che era stato pianificato per fine agosto ("Sto un mesetto con te e poi vado in Inghilterra a studiare") e che poi è stato spostato a fine Novembre ("Visto che l'abbiamo già pagato sto viaggio, almeno facciamolo coincidere con … Leggi tutto Domani torno in Italia

Meraviglia: fragilità immaginata che fa trattenere il fiato e si trasforma in applauso

Qualche giorno fa sono andata al circo. E, come sempre, mi sono commossa, emozionata e ho applaudito con tantissimo (sì, venire al circo con me è più imbarazzante che andarci con una bambinetta di cinque anni, regredisco completamente) entusiasmo. Da bambina mi affascinavano i colori, mi colpiva l'odore, rimanevo imbambolata a fissare dettagli inutili come … Leggi tutto Meraviglia: fragilità immaginata che fa trattenere il fiato e si trasforma in applauso

Intervista: allora questa Australia?

Intervistatore*: - Allora Virgh, non nascondiamoci dietro ad un dito: abbiamo visto che i tuoi ultimi post sono liste ma è da tanto che non "dici" niente. Manca solo che parli delle previsioni del tempo e poi siamo a posto. Sono ormai passati tre mesi da quando ti sei trasferita in Australia, com'è questa vita … Leggi tutto Intervista: allora questa Australia?

Un etto di entusiasmo, grazie!

Mentre sono impegnata in questa attività che mi occupa le giornate in attesa del visto che si chiama "ozio", ho il tempo di pensare. Specialmente a quello che mi manca. E in questo momento mi manca l'entusiasmo. Per questo nuovo Paese, per questa nuova avventura, per quello che succederà. Sono contenta di: stare in un … Leggi tutto Un etto di entusiasmo, grazie!

E poi ci sono certe sere

C'era una vecchia canzone dei Neri per caso che diceva "Se tu stasera ti senti sola, e il futuro ti fa un po' paura..." che forse servirebbe da colonna sonora, ma è meglio non ascoltarla, per paura di mettermi a singhiozzare o semplicemente a tirare su col naso, cercando di fare meno rumore possibile, per … Leggi tutto E poi ci sono certe sere

Il papà di provincia

Sabato sera: arriviamo un po' sfranti all'orario della cena. (Inizio ampio cappello introduttivo) Io sono atterrata a Bergamo venerdì pomeriggio (dopo quattro ore e mezza di volo), e lì, nel diluvio (che come benvenuto dopo i venticinque gradi canari non è male) mi ha infilata in macchina CON QUARANTA MINUTI DI RITARDO in mezzo ai … Leggi tutto Il papà di provincia