L’ansia di mettere ✓

A marzo, in Armenia ho conosciuto un ragazzo spagnolo. Io con gli spagnoli, "per fortuna purtroppo" (come diceva Irene Grandi) vado d'accordo. (Sì, lo so, solo citazioni d'alto livello in questo blog). E così, passeggiando per Yerevan il tizio mi dice che ha l'ansia di vedere più cose possibili in quella settimana in Armenia. Ora, … Leggi tutto L’ansia di mettere ✓

Fenomenologia degli auguri di compleanno

Come in questo blog è stato ampiamente sponsorizzato, qualche giorno fa sono diventata trentenne (non dico più orgogliosa trentenne dal momento che l'altroieri uno studente mi ha chiesto: "ma Lei quanti anni ha? TrentaSETTE vero?" E mi sono trattenuta dalle punizioni corporali non solo perché sono ormai vietate in tutti gli stati civili ma anche … Leggi tutto Fenomenologia degli auguri di compleanno

Wake me up when adolescenza ends (pudore e repressione)

Ci sono giorni in cui mi chiedo se questo continuo movimento non ci stia facendo più male che bene. Venerdì sera, all'aeroporto mi sono seduta nell'attesa della chiamata d'imbarco. Era un volo Svezia - Germania, due Paesi le cui lingue sono per me incomprensibili (sì, lo so, lo so) e il mio cervello aveva già … Leggi tutto Wake me up when adolescenza ends (pudore e repressione)

Ho comprato stasera…*

Ieri ero presa da mille pensieri. Mi sentivo un po' sola, un po' abbandonata a me stessa, un po' triste, un po' in crisi, un po' immobile, un po' vecchia, un po' stupida. Ho detto all'Orso "io esco". E lui con gli occhioni: " e io non posso venire?" "No, ho bisogno di stare da … Leggi tutto Ho comprato stasera…*

Say Geronimo say Geronimo

Il momento d'ilarità di ieri. Vedo vicino all'entrata un omone un po' spaesato che si guarda intorno, per mano ha una bambinetta minuscola nel suo cappottino fucsia e con mille treccine in testa e un sorrisone stampato che le prende metà faccia. Mi avvicino e chiedo se stanno cercando qualcuno. Lavoro in un posto dove … Leggi tutto Say Geronimo say Geronimo

Mattine, pomeriggi, sere

Forse è perché è Novembre. E' il mio mese preferito, da sempre, però non posso negarlo: è un mese malinconico. (E questo è uno dei motivi per cui mi piace). (E' l'estate, fredda, dei morti, lo chiamava Qualcuno). O forse è perché sono diventata grande, nel senso che nessuno mi farebbe mai più sedere al … Leggi tutto Mattine, pomeriggi, sere

Chi non ha plan, ha denti

L'Orso è partito domenica scorsa. Ogni volta che deve stare via per più giorni e dobbiamo stare lontani per un po' di tempo io mi gioco la carta della "vedova abbandonata ed infelice". Ma solo in sua presenza. In realtà io non vedo l'ora di stare da sola. Le giornate diventano improvvisamente lunghissime, e magicamente … Leggi tutto Chi non ha plan, ha denti

Uh uh: aiutami a capire che non mi servono fiori

L'autunno è la mia stagione preferita: ti autorizza a stupirti dei colori, ad essere malinconica, a chiuderti in casa con una tazza calda, a rannicchiarti sul divano con la coperta, a metterti i cappotti sfiancati non troppo pesanti, a passeggiare, a guardare fuori dal finestrino, ad essere apprensiva per il cielo un po' troppo rannuvolato, … Leggi tutto Uh uh: aiutami a capire che non mi servono fiori

Parce qu’ on ne sait jamais*

Oggi ho avuto una giornata un po' particolare: mi ha portato un po' indietro nel tempo, mi ha parlato un po' di passato e mi ha parlato un po' di futuro, e mentre stavo seduta in metro a guardare l'acqua passare e le nuvole sopra, mi ha parlato un po' di oggi, di adesso, del … Leggi tutto Parce qu’ on ne sait jamais*

Due anni in Svezia

Toh! Un giorno vai di corsa all'aeroporto di Bergamo con un amico che sbaglia strada e ti sta per portare a Malpensa, e il giorno dopo ti svegli e sei in Svezia da due anni. Due anni. Se passa un altro mese e mezzo questo sarà il Paese in cui avrò abitato più a lungo … Leggi tutto Due anni in Svezia