Charlie e il bilinguismo

(Questo è un post che ho in canna da vario tempo, ma che non riuscivo a scrivere perché non trovavo la giusta dimensione tra una descrizione tecnica e una più umana. Alla fine ho scelto l'approccio umano, e se viene qui qualche ricercatore... pazienza, mi prenderò le mie!) Ad aprile conosco Charlie, uno studente sedicenne … Leggi tutto Charlie e il bilinguismo

Che bello, piove!

Dopo giorni di caldo soffocante ("Non smetterà di fare così caldo fino a fine febbraio, ha gracchiato tronfia la voce del radiogiornalista l'altro giorno") oggi piove. Tuoni, lampi, boati del cielo, ticchettio delle gocce sui vetri: ah, che pace. Non avrei mai immaginato di sentirmi così sollevata e grata per la pioggia... come cambiano i … Leggi tutto Che bello, piove!

Virgh per il sociale: per tirarsi su

Questo è quel periodo dell'anno in cui uno inizia a fare i conti con se stesso e con le sue mancanze. Ecco una lista di personaggi che non dovrebbe farvi sentire sconfitto se quella precisa meta non l'avete (ancora) raggiunta. Tiziano Ferro venne scartato alle selezioni per Sanremo. Cioè non venne eliminato in gara: non … Leggi tutto Virgh per il sociale: per tirarsi su

Oh, you look so young!*

(Baby, I am young!) Così mi ha detto Gegia [come sempre, in questo blog, i nomi di luoghi e persone sono cammuffati, ma lei sembra veramente Gegia], la ragazza dal Taiwan con cui lavoro, quando ha saputo che il mese prossimo farò 32 anni. Com'è questo lavoro? Non so neanche se lo posso definire lavoro, … Leggi tutto Oh, you look so young!*

Un etto di entusiasmo, grazie!

Mentre sono impegnata in questa attività che mi occupa le giornate in attesa del visto che si chiama "ozio", ho il tempo di pensare. Specialmente a quello che mi manca. E in questo momento mi manca l'entusiasmo. Per questo nuovo Paese, per questa nuova avventura, per quello che succederà. Sono contenta di: stare in un … Leggi tutto Un etto di entusiasmo, grazie!

Stare zitta

E' la cosa che mi riesce peggio in assoluto. Eppure ce ne sono tante di cose che mi vengono male, eh. Mi viene male lo sport in generale (sono goffa, imbranata e mi incanto) e specialmente quello di squadra (sono goffa, imbranata, mi incanto e non sono affatto competitiva). [E infatti la legge del contrappasso … Leggi tutto Stare zitta

Il papà di provincia

Sabato sera: arriviamo un po' sfranti all'orario della cena. (Inizio ampio cappello introduttivo) Io sono atterrata a Bergamo venerdì pomeriggio (dopo quattro ore e mezza di volo), e lì, nel diluvio (che come benvenuto dopo i venticinque gradi canari non è male) mi ha infilata in macchina CON QUARANTA MINUTI DI RITARDO in mezzo ai … Leggi tutto Il papà di provincia

“A voce de criature […] e tu sai ca non si solo”*

Stasera riflettevo su varie cose. Sono cambiata. E quando ci penso non so se è il tempo che passa, l'attitudine alla malinconia introspettiva o i trasferimenti che un po' alla volta hanno logorato l'elastico che mi tiene attaccata all'Italia e l'hanno fatto diventare molle. Una collega mi diceva stasera che lei tutte le vacanze se … Leggi tutto “A voce de criature […] e tu sai ca non si solo”*

Ritorno al passato prossimo

Come si fa a raccontare più di un mese in giro, per posti mai visti prima e neanche simili a quello che mi aspettavo? Beh, non ci si riesce tanto bene. Sono stata sottoposta a tante sollecitazioni, a tanti impulsi e chissà quanto mi ci vorrà per fare un po' di ordine e metterli in … Leggi tutto Ritorno al passato prossimo

Domande che mi pongo

- Ma quanta autostima avete voi che vi fate le foto da soli con il petto in fuori, la pancia in dentro, il ciuffo sistemato e la bocca audace e le pubblicate su Facebook dove almeno altre cinquecento persone tra cui i vostri amici intimi (pronti a percularvi), i vostri genitori (pronti a sgridarvi), i … Leggi tutto Domande che mi pongo