Quant’ero stanca e quant’ero contenta.

Da venti giorni sono a Londra. Siamo solo ad Aprile e quest'anno sono già stata in Spagna, Cile, Italia e Inghilterra. Ogni volta che ci penso mi sembra incredibile perché a parte cambiare lo scenario e il clima (freddo - caldo - freddino - tiepidino) ho sempre fatto le stesse cose: scrivere, studiare, scrivere, controllare … Leggi tutto Quant’ero stanca e quant’ero contenta.

Annunci

I post che non ho scritto nel 2018

I post che non ho scritto nel 2018 non sono finiti nel dimenticatoio, come i presentimenti brutti che poi non si sono realizzati dovrebbero naturalmente fare, bensì, come un rigurgito o un'acidità di stomaco dei primi giorni dell'anno vengono riproposti qui. Ho pensato a lungo (ah ah ah, " a lungo", ma non diciamo fesserie, … Leggi tutto I post che non ho scritto nel 2018

Condensia

Non è un refuso, è che non saprei come chiamarla questa sensazione di ansia condensata all'altezza dello sterno (Virzì, che è un artista, la chiamava Ovosodo, ma lui è, per l'appunto, un artista).   Essa è formata da varie micro-sensazioni:   Senso di inadeguatezza anticipato (ma poi se mi capita questo, se mi succede quell'altro, … Leggi tutto Condensia

Povertà

Ieri ho letto una lunga conversazione su Twitter che mi ha fatto riflettere (e anche commuovere, un po'). Era partita da questo tweet: Everyone I’ve ever talked to who has been poor and is not anymore has the same story of the moment they realized they weren’t poor anymore: grocery shopping. — Erynn Brook (@ErynnBrook) … Leggi tutto Povertà

Malinconia, benvenuta

Sabato mattina l'Orso è partito per una trasferta di quindici giorni. Ma non sono riuscita a chiudere la porta. Dietro di lui è arrivata un'ospite inattesa ma conosciuta: la Malinconia. Si è accomodata senza indugio sul divano al mio fianco e ha iniziato a chiedermi del più e del meno. Tanto lo sapeva già, però … Leggi tutto Malinconia, benvenuta

Il punto.

Ci ho messo tanto a scrivere questo post. Ogni tanto aprivo il blog e mi dicevo: dai, magari qualcuno ha scritto al posto mio. E invece no. Ma oggi ho una mattina libera, c'è il sole, le palme non si muovono e io ho tutto il tempo (non esageriamo) per sedermi qui e mettere un … Leggi tutto Il punto.

Chissà come fanno, quelli che non hanno i chilometri

Sono tornata in Italia e poi sono ri-atterrata qui in Canguria. Il tempo di sdraiarmi su tre sedili gentilmente offerti dagli amabili passeggeri Etihad che hanno disertato il mio volo il giorno di Pasquetta, ed eccomi qui: carne, ossa, schiena dolorante, un paio di brufoli da cattiva digestione e due valigie non ancora svuotate. E' … Leggi tutto Chissà come fanno, quelli che non hanno i chilometri

Gli altri siamo noi? (Italia sì, Italia no)

Da quando sono qui in Australia mi ritrovo circondata di italiani. La cosa non mi dispiace, ma mi crea qualche difficoltà. Vivo una contraddizione. Io sono italiana (e questo mi sembra palese), sono fidanzata con un italiano, la maggior parte delle mie amiche è in Italia o parla italiano. Io non mi sono mai sentita … Leggi tutto Gli altri siamo noi? (Italia sì, Italia no)

Post it mentali: cosa ho imparato nel 2016 (più selfie)

Ricorda di portarti sempre una cremina solare in borsa. Perché in Nuova Zelanda FA freddo. Certo. Fa freddo tutte le settimane dell'anno, esclusa quella in cui ci vai tu. Un mio selfie al ritorno dalla Nuova Zelanda. Abbi sempre rispetto di chi ha studiato matematica, ha frequentato il liceo scientifico, si è iscritto ad una … Leggi tutto Post it mentali: cosa ho imparato nel 2016 (più selfie)

Virgawards: personal edition

Siamo al 20 dicembre. Credo di aver imparato delle cose importanti quest'anno, e vorrei portarmele in valigia per l'anno prossimo. la gratitudine: è successo un mesetto fa.  Era tardo pomeriggio, avevo finito di lavorare e invece di scendere in fretta dall'autobus per fare la spesa e andare a casa, sono andata in spiaggia. Mi sono tolta … Leggi tutto Virgawards: personal edition