Consigli per stare bene

State passando un periodo un po’ così perché siete dall’altra parte del mondo, è arrivato l’autunno, non smette di piovere, e il fidanzato è lontano e magari pure in vacanza in Spagna con gli amici*?

Ecco i miei consigli per stare meglio.

Funzionano!

  • Fare un bucato di soli bianchi. Il senso di pulito, il profumo e la purezza della composizione appena stesa vi restituirà la pace interiore. Se possibile, stendete i panni di fronte alla finestra sull’Oceano Pacifico. (Di fronte, non sulla terrazza, pena trovare dei resti [e]scatologici dei cocoriti che vi toglieranno la pace dei sensi appena raggiunta)
  • Farvi preparare un tortino di cioccolato da un’amica brava che abita vicino a dove lavorate e autoinvitatevi per il pranzo. La combo cioccolato + amica vi restituirà il sorriso. (Purtroppo poi dovrete tornare a lavoro)

  • Segnatevi gli strafalcioni degli studenti quando non vi vedono (questa settimana abbiamo “la signora con una grande cappella” al posto di cappello), vi farà ridere da sole sul treno verso casa.
  • Spegnete il telefono e segnatevi i ceffi strani che vi si materializzeranno accanto. (Questa settimana abbiamo ceffo canterino scatenato Nek dei Poveri Wannabe sull’autobus e ceffo che gira con un’attaccapanni attaccato alla cintura. Con camicia appesa. Che dopo averlo squadrato divertita mi spiega che fa troppo caldo “per noi esseri umani normali” e si suda un sacco. Con questo metodo evita di arrivare in ufficio con la camicia zuppa. Ah, capito.) Magari il sorriso non vi resterà per tutta la giornata, ma una risata ve la farete comunque.

Evitate di:

  • leggere le notizie.
  • guardare troppo a lungo il mare.
  • fissare troppo i maori alti tre metri e larghi cinque per strada.
  • prendere l’autobus sbagliato e ritrovarvi dall’altra parte della città. Con i tacchi. Di sera. Mentre piove. Senza ombrello.

*Tratto da una storia vera.

Nessun amico è stato ancora maltrattato per la stesura di questo post.

Annunci

13 pensieri su “Consigli per stare bene

  1. ngegner veneto ha detto:

    è vero che sei in trip nuziale:forse un po’ piangina (come la maggioranza delle donne),ma l’Escatologia è teoricamente molto diversa dalla Scatologia,salvo naturalmente il caso in cui, nei momenti successivi alla dipartita non ci si accorga che all’appello mancano tutti,pureManitù.
    Corollario:sarà tardi,ma il fine ultimo e a boassa(venetismo) allora e solo allora, tenderanno a convergenza.

    Mi piace

  2. Phaedra ha detto:

    Confermo la sensazione meravigliosa della lavatrice di bianchi, tutto quel candore accecante è catartico, per non parlare del profumo. Niente male anche il tortino al cioccolato, specie quelli dall’interno fondente…

    Liked by 1 persona

  3. 1234se ha detto:

    …ma tutti questi maori alti e belli in che parte di mondo li incroci tu? No perché io li ho sempre riconosciuti dalla stazza enorme si ma anche in larghezza, con polpacci grandi come due delle mie cosce, donne e uomini che siano ma tutto sto fascino non l’ho proprio mai notato…..sei sicura siano maori? Non è che sono un mix di jamaicano, indiano e australiano magari? Il cool factor dei jamaicani con il sorriso degli indiani e l’australian way of life sarebbero un bel guardare credo😉

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...