Neanche uno

Insomma, quest’anno volge al termine e io ho da un po’ un pensiero che mi pungola.

Mi vergogno a dirlo ad alta voce, e allora lo scrivo qua.

Perché mi vergogno? Perché mi immagino le reazioni, tutte del genere:

“E di cosa ti vuoi lamentare tu!?”

“Ti sei trasferita in Australia, non rompere!”

“Quest’anno hai fatto quello che ti pare, non rompere!”

“Hai visto posti bellissimi pure quest’anno, non rompere!”

Eccetera eccetera…

Ecco, questo è il pensiero che tengo per me, ovvero (lo dico a bassa voce): quest’anno non ho visitato neanche un Paese nuovo. Neanche uno.

Lo so che mi devo baciare i gomiti: mi sono trasferita in Australia. E va bene. Chi si lamenta?

Ho visitato posti nuovi e meravigliosi: a febbraio Las Palmas, la Val d’Orcia, Viterbo, Orvieto… luoghi che desideravo da anni.

A marzo sono andata a Londra e ho potuto ammirare musei ed angoli di città che non avevo mai avuto il tempo e l’agio di godermi. Sono pure stata ad Edimburgo, che da anni stava nella mia lista dei desiderata.

A giugno sono stata in Svezia, e ho goduto di un clima eccezionalmente mite e favorevole che mi ha fatto (non dico fare pace, ci mancherebbe) firmare un armistizio con questo Paese. Ma il trasloco incombeva e non ho fatto molti giri fuori dal mio balcone. Sono però riuscita a visitare il museo di Arti Asiatiche e l’ho trovato delizioso (piccolo, eh, ma molto carino). E va bene. Chi si lamenta?

A luglio sono stata un paio di settimane in Italia e non ho avuto modo di fare quasi niente, tra i saluti di rito, il matrimonio di un’amica carissima e le valigie. E va bene. Chi si lamenta?

A fine luglio siamo partiti per questa grande avventura e ci siamo ritrovati a testa in giù. Fino all’arrivo del visto (pochi giorni fa), non potevamo uscire dal Paese. E va bene. Chi si lamenta?

Ok, ho potuto passeggiare e vedere nuove baie, spiagge, parchi naturali che l’altra volta in vacanza avevo solo immaginato. Abbiamo anche fatto i turistivery (o la coppia di anziani pensionati in vacanza, dipende dai punti di vista) e ci siamo pure concessi una cena in barca sul porto *più famoso al mondo* (sì, loro lo chiamano così, perché sono gente modesta). E va bene. Chi si lamenta?

Pochi giorni fa siamo tornati da due settimane in Italia: visite ai parenti, agli amici, incontri programmati e puf! Era già l’ora di ripartire. E va bene. Chi si lamenta?

E’ stato un anno fantastico.

Ma, dentro di me la vocina diceva: non hai visto nessun Paese nuovo. E va bene. Chi si lamenta?

Ed è vero, per quanto abbia girato quest’anno, non ho visitato niente di completamente nuovo.

E va bene, pazienza.

“Ho una bella vita”, come suole ripetermi un’amica a cui voglio molto bene. (E lo dice per sé e per me, abbiamo due belle vite, ribadisce spesso, e io le credo).

Insomma, questo 2016 è stato pieno di colpi di scena e di inaspettate sorprese, posso lamentarmi?

No.

Ho visitato posti nuovi, ok, non ho visitato Paesi nuovi ma insomma, dai, me ne farò una ragione.

Ormai siamo a dicembre inoltrato e niente, quest’anno è andata così.

(E va bene. Chi si lamenta?)

Così ho fatto un salto sulla sedia quando due giorni fa l’Orso mi ha proposto: “Settimana prossima in Nuova Zelanda, ti va?”

Rio 2016, il balletto del sollevatore Katoatau per salvare le isole Kiribati:

Lui è Katoatau, il suo balletto è quello che ho fatto io. (Più o meno)

E io adesso mi sento come il pinguino Giacomino che salta sul trampolino.

Al Boardman art cute illustration animation

Quindi: consigli? Cosa fare, vedere, ridere, baciare in Nuova Zelanda?

Sono tutta orecchi.

 

Annunci

3 pensieri su “Neanche uno

  1. szandri ha detto:

    Nuova Zelanda 😍!!! Che meraviglia, io ci sono stata in pieno inverno e se non fosse così lontana ci tornerei, ma in primavera.. preferirei l’isola sud peró! Al nord Pahia, Cathedral Cove, Auckland of course, Rotorua (anche se noi abbiamo avuto un tempo infame e in mezzo a quei fumi sembrava di stare all’inferno), windy Wellington con il suo museo (visto in mezzora, sigh) ed i dintorni. Ma poi il sud, il sud con i vigneti, le onde impetuose del mar di Tasmania e le pancake rocks, i ghiacciai, i laghi color anice, i monti orlati di neve ed i fiordi aguzzi. Che meraviglia, sarà un viaggio stupendo! Potendo, lo farei a bordo di un van con le bici al seguito, se c’è una cosa che rimpiango è di non aver avuto il tempo di camminare in mezzo al nulla (non è che ci sia tanta gente in New Zealand) e di smaltire le tonnellate di carne che ho mangiato,visto che gastronomicamente parlando non c’è altro! Quanto tempo vi concedete? Mi hai fatto venir voglia di ripescare le foto adesso.

    Liked by 1 persona

  2. Isa ha detto:

    Ho un amico che 4-5 anni fa ha lasciato Roma per andare a vivere ad Auckland; in più da pochi mesi Air Zealand fa il volo diretto da Buenos Aires. Attendo quindi con ansia il tuo reportage dalla NZ! Quando ti senti così prova a pensare con chi dei tuoi amici faresti cambio. Certo la tua vita è più movimentata (ma è un punto positivo o negativo?), hai anche altri problemi che gli amici stazionari neanche si immaginano. Scommetto che quelle frasi lagnose non te le dicono le persone come te (come studi e che hanno vissuto all’estero)… me le sento anche io e sono le classe lagne da provincia. Poi però prova a cambiargli una cosa della loro routine e vanno in palla. Vanno in vacanza all’estero e ricercano le stesse cose che hanno a casa (colazione rigorosamente cappuccino e cornetto, a pranzo pasta, a cena pizza). Quelle frasi sono un po’ delle interiezioni per gli italiani: le dicono senza neanche crederci più.
    Io le prendo come una maniera per dire “tu sì che hai coraggio”, anche se te le dipingono come “tu sì che hai fortuna”. Beh, non è fortuna: se lo vuoi (e hai le palle) lo fai. Altrimenti lasci che siano gli eventi a definire il fil rouge della tua vita.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...