Se non puoi dire niente di carino, allora non dire niente. Grazie Sophia!

Surfavo intrepida nell’internet più scadente ieri, quando ho trovato questa storia che non conoscevo.

Un’attrice molto bella, Sophia, viene intervistata in un programma famoso riguardo ad un suo spettacolo/film imminente.

Naturalmente, l’intervistatore ad un certo punto smette di farle domande professionali e le chiede (immagino con un po’ di imbarazzo sorridente e piacione) qualcosa come: “Dai, dicci com’è andata quella volta che stavi con quell’attore bello, vi siete sposati e poi avete divorziato!”.

Lei (invece di dargli un pugno in faccia e alzarsi) scoppia a ridere e gli risponde qualcosa come: “Mia mamma mi ha insegnato che se non puoi dire niente di carino, allora non dire niente. Eravamo giovani, non sapevamo niente delle relazioni e non ha funzionato*“.

Risposta diplomatica, sorriso, ottima figura.

Allora mi sono incuriosita e mi sono chiesta: ma chi sarà questo?

Viene fuori che l’attrice è stata fidanzata per due anni con questo quiInsomma, anche se non vi piacciono i biondi dall’occhio languido, diciamo che i brutti sono fatti diversi. Si sono conosciuti appena ventenni sul set, si sono piaciuti e si sono fidanzati. Un paio d’anni dopo lui le fa la proposta con ginocchio&brillocco e lei commossa ed emozionata gli dice: “Sì!”.

Si sposano, felici e pieni di promesse come solo due bei ventenni innamorati possono essere.

Dopo cinque mesi, l’idillio finisce.

Lei chiede l’annullamento.

 

 

E perché mai?

Perché il biondino innamorato dall’occhio languido ha qualcosa che non gli sta nella terza tasca dei pantaloni e si fa pure i tombini.  Tra questi (tombini), c’è pure gente morigerata e fidanzata che non si fa mai vedere in giro ed è discreta, tipo, ehm, Paris Hilton.

La mogliettina lo scopre (con i giornali che pubblicano foto di tuo marito non dev’essere stato proprio difficile scoprirlo) e lo butta fuori di casa.

Ma come dev’essere quando a vent’anni ti sei sposata con l’amore della tua vita bello e impossibile e lui ti tradisce? Dura, dev’essere.

L’unica cosa da fare è smettere di vederlo, per sempre

E invece no, perché i due belli ex innamorati sono colleghi e lavorano da anni in un telefilm di successo.

A strettissimo contatto.

Lei manda giù, continua a vederlo sul lavoro e a trattarlo professionalmente.

Per quanto?

Due mesi?

Forse un anno?

No, per quattro lunghissimi anni.

E lui cosa fa? Le chiede scusa in lacrime? Le implora di perdonarlo?

No.

Lui si mette con una collega di entrambi, un’attrice più giovane (diciamo pure una diciottenne) che lavora – ma guarda un po’ dove!? Indovina! – allo stesso telefilm.

E vabbè.

Sicuramente avrà trattato da pezza da piedi pure lei, no? Ci sarà stato si e no qualche mese, giusto per fare ingelosire l’ex moglie nonché collega di entrambi, no?

No.

Ci sta assieme sette anni.

Poi si lascia pure con questa (a mezzo stampa) e ora aspetta un bambino da un’altra.

(Con cui sembra – ma non si sa- abbia fatto le corna alla fidanzata di sette anni).

 

Ecco, dopo tutto questo… cosa vuoi dire di un ex così?

“Se non hai niente di carino da dire, non dire niente”.

Come motto mi sembra elegante e di buon senso.

Io però ho una cosa carina da dire: alla veneranda età di 31 anni, con solo studi letterari e linguistici alle spalle, oggi… ho passato l’esame di matematica!

Gaudio e tante cose carine per tutti.

Autore: virginiamanda

Arrivata per ultima in una famiglia dove il regalo più frequente è una valigia, si ritrova con tutti i difetti della figlia minore (ehi! Guardatemi! Sono qui! Sono divertente anche! Sto su un piede solo! Guardatemi!) più tutti i difetti della vagabonda (ma in quale casa avrò lasciato quella valigia/quei libri/quei vestiti/questi stivali). Pur essendo veneta non è leghista, pur avendo fatto il classico non sa il greco, pur avendo fatto l'università non sa ancora scrivere correttamente, pur avendo un papà che legge il Giornale non è berlusconiana, pur avendo lavorato al check-in di un aeroporto non ha ancora imparato a non farsi sgamare con i kg di troppo in valigia, pur avendo preso parecchi treni ed aerei non ha ancora imparato a non perderli, pur avendo traslocato almeno trenta volte non ha ancora imparato a farsi una valigia essenziale, pur amando viaggiare non ha ancora imparato a guidare, pur avendo avuto "varie" storie sentimentali continua a dire: è la prima volta che sono così cotta/perduta/innamorata. Spera di re-incarnarsi un giorno in Amanda Lear e/o in Shakira

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...