Boom boom boom – I want you in my room

Ieri è finito il corso (super) intensivo. Mi hanno dato il certificato, ci hanno organizzato una festicciola, e noi abbiamo continuato a festeggiarci. Praticamente per altre dodici ore circa…

E’ così strano che dodici persone che non si conoscevano siano riuscite a lavorare bene assieme  sotto tantissima pressione (iniziare alle nove di mattina, finire spesso dopo le otto di sera e continuare a lavorare anche nei weekend) senza scontri di personalità, liti, superbia o acidità. Siamo stati bravi e siamo stati fortunati.

Ma di questo magari parlerò in un altro momento.

E’ stato un mese di tante cose, ma è stato anche un mese di lontananza dall’Orso.

Siamo sopravvissuti?

Sì, con un paio di litigi i primi giorni e con un volo a metà mese suo.

E con tanta pazienza e tanti cuoricini su Whatsapp.

Stasera arriva e staremo cinque giorni assieme qui, a fare i turisti e le coccole.

La lontananza è un buon banco di prova e ti insegna tante cose, ma… preferisco sempre la vicinanza!

Autore: virginiamanda

Arrivata per ultima in una famiglia dove il regalo più frequente è una valigia, si ritrova con tutti i difetti della figlia minore (ehi! Guardatemi! Sono qui! Sono divertente anche! Sto su un piede solo! Guardatemi!) più tutti i difetti della vagabonda (ma in quale casa avrò lasciato quella valigia/quei libri/quei vestiti/questi stivali). Pur essendo veneta non è leghista, pur avendo fatto il classico non sa il greco, pur avendo fatto l'università non sa ancora scrivere correttamente, pur avendo un papà che legge il Giornale non è berlusconiana, pur avendo lavorato al check-in di un aeroporto non ha ancora imparato a non farsi sgamare con i kg di troppo in valigia, pur avendo preso parecchi treni ed aerei non ha ancora imparato a non perderli, pur avendo traslocato almeno trenta volte non ha ancora imparato a farsi una valigia essenziale, pur amando viaggiare non ha ancora imparato a guidare, pur avendo avuto "varie" storie sentimentali continua a dire: è la prima volta che sono così cotta/perduta/innamorata. Spera di re-incarnarsi un giorno in Amanda Lear e/o in Shakira

1 thought on “Boom boom boom – I want you in my room”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...