L’ansia di mettere ✓

A marzo, in Armenia ho conosciuto un ragazzo spagnolo.

Io con gli spagnoli, “per fortuna purtroppo” (come diceva Irene Grandi) vado d’accordo.

(Sì, lo so, solo citazioni d’alto livello in questo blog).

E così, passeggiando per Yerevan il tizio mi dice che ha l’ansia di vedere più cose possibili in quella settimana in Armenia.

Ora, per chi non lo sapesse (io per esempio, non l’ho saputo fino a quando mi è capitato di doverci andare, quindi magari non è così scontato) noi comunitari possiamo andare in Armenia e non abbiamo bisogno di visto. Sì, la Spagna fa parte della Comunità Europea.

No, non è tra i fondatori. NOI siamo tra i fondatori, la Spagna è arrivata parecchio dopo. (Dai, non fa almeno un pochino di piacere sapere che c’è stato un periodo in cui noi sedevamo allo stesso tavolo di Germania e Francia e quando arrivava la Spagna a chiedere l’elemosina potevamo dire uhm, non so, ripassa dopo? Ma soprattutto, che a quel tavolo dove stavamo seduti noi, è venuta la Gran Bretagna a chiederci se per favore poteva essere invitata? Dai, per un attimo.

Poi passa.)

Sì, sono cose che fanno male allo spagnolo medio, meno della storia di Colombo che è italiano (il navigatore, non l’ispettore!), ma comunque fanno male.

Insomma, io sono lì, mi godo il momento: sono in Armenia, I am happy, life is beautiful, sono in un Paese dove ho sempre sognato di venire fin da bambina. Un Paese che mi affascina da anni. Voglio camminare, sorridere alla gente, entrare nei negozi, parlare con gli abitanti, annusare i profumi, contrattare sui prezzi, mangiare il cibo di strada, farmi lanciare una secchiata di acqua gelida in testa perché sto cantando fuori da una discoteca (no vabbè, questa è un’altra storia…), e questo mi dice “voglio vedere il più possibile”.

Lì per lì potrebbe sembrare un desiderio innocente da viaggiatore. Sei in un posto che ti piace e vuoi vedere il più possibile.

Ma lo guardo meglio.

Ventisette anni, parla anche inglese, sveglio, senza vincoli di visto…

Potresti tornarci quando vuoi in Armenia. E’ a due passi dall’Europa. Anzi, è proprio attaccata. La vita in Armenia poi, per i nostri standard europei è così economica che di un eventuale viaggio dovresti seriamente preoccuparti solo del biglietto.

Goditi il momento, entra, esplora, parla con la gente, mangia, bevi, balla, annusa, divertiti.

E invece no.

E così, mi scoccia ma glielo chiedo.

“Dì la verità, non pensi di tornarci più in Armenia, vero?”

E lui: “Beh, una volta che ho fatto ✓ sull’Armenia, che senso avrebbe per me tornarci?”

 

Annunci

2 pensieri su “L’ansia di mettere ✓

  1. lisecharmel ha detto:

    allora. spiace dirlo, ma un po’ sono così anch’io. cioè: con tutto quello che c’è da vedere al mondo, i soldi e il tempo limitato, tornerei in Armenia? probabilmente no. quindi devo vedere il più possibile adesso.
    io poi devo dire che manco pensavo che si potesse visitare adesso l’Armenia. ma la colpa è mia, dovrei muovermi di più.

    Mi piace

    • virginiamanda ha detto:

      Sì, certo. Anch’io quando sono in un posto mi ripeto “chissà quando ci tornerò, devo fare questo e questo e questo” ma con il tempo ho imparato a diventare più flessibile e a godermi un bel momento con una birra e il tramonto piuttosto di arrivare stanca la sera perché ho fatto la maratona dei musei che “bisognava assolutamente” visitare…
      Forse nel post non l’ho spiegato bene, ma l’impressione che mi aveva dato quel ragazzo non era che gli interessasse visitare l’Armenia, ma semplicemente metterci la bandierina: ho fatto anche questo, NEXT!
      Questo atteggiamento consumista anche nei confronti dei posti mi mette un po’ in soggezione…

      E comunque pensaci all’Armenia, il costo della vita è risibile (per noi, loro ridono molto di meno), cibo e bibite ottime, paesaggi mozzafiato, costo dei trasporti irrisorio (sempre per noi), modi di arrivare senza spendere un capitale ce ne sono vari, spesso con scalo a Mosca o a Praga 😉

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...