Il questionario

Qualche giorno fa ho trovato nella mia buca delle lettere al lavoro un questionario.

Che mi ha messo un po’ in difficoltà.

Mi chiedono cose come: resterai?

E poi: davvero?

E poi: dai, sul serio? Non ci prendi in giro?

 

Insomma quelle domande che mi mettono in imbarazzo.

Resterò?

 

Annunci

8 pensieri su “Il questionario

  1. indivisibile ha detto:

    Sono senza parole. Tuttavia, ora, proverò a cavarne qualcuna. Ho letto alcune tue considerazioni nel blog, partendo da aNobii, e mi domando se noi italiani non si sia caduti in quella pratica meglio nota come “banalità del male” di arendtiana memoria. Se fossi in grado di riconoscere come autentica la teoria sulle ciclicità storiche, beh, rabbrividirei ancor di più. Questo, principalmente in risposta alla tua: “Quando scendiamo in piazza a difendere i nostri diritti, le nostre libertà la nostra “comunità” e la nostra “cultura” sappiamo veramente cosa stiamo difendendo?”. Questo, soprattutto, per dire che mi fa enormemente piacere sentire ancora qualcuno interrogarsi (porre un dubbio a “verità” urlate) su molti aspetti di una quotidianità troppo inerzialmente cinetica per essere vera.
    Mi zittisco. E ti ringrazio.
    Mi sono permesso la “vicinanza” su aNobii, che frequento da un paio di mesi soltanto.
    Buona vita, virginiamanda, e perdona l’intrusione, se la riterrai tale.
    massimo

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...