I don’t wanna think anymore nananananananananananà

Ma com’è che sta vacanza mi ha stancato più che se non l’avessi fatta?

(Uno dice: quando in sette giorni vuoi inserire matrimonio napoletano, partita a San Siro – ebbene sì, sta esperienza andava fatta prima o poi- capatina a casa, aperitivi con tutti gli amici in città, case, stazioni diverse, treno notturno per Roma, doppio salto carpiato di aerei e ritorno in apnea, ci sta che non ci si debba aspettare il relax totale).

Sono tornata e mi sento rintronata.

Sarà l’età.

Ieri una collega, madre di due figli adolescenti, appena rientrata in Svezia dopo sei anni in Belgio mi ha detto: “è che ad un certo punto ci si rassegna a non poter essere una brava madre E ANCHE una brava lavoratrice, ci si rassegna al fatto che non si possano finire tutte le attività di un giorno in un’unica giornata, ci si rassegna a non trovare il tempo per il lavoro, i figli ed il marito.

E ci si mette il cuore in pace.

E si vive meglio”

 

E io, con il mio solito spirito inopportuno per niente zen, mi è venuto spontaneo dire qualcosa che deve averle suonato come: ” ti ammiro che hai pure due figli, io non ho figli E COMUNQUE non ho il tempo manco di andare in bagno”

Annunci

2 pensieri su “I don’t wanna think anymore nananananananananananà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...