Venerdì sera sono andata in un pub.
Questa non è una notizia (uhm, anche se effettivamente per la normale vita svedese un pub è una super botta di vita, tra uno sguardo al termometro ed un pensiero suicida), ma perché lo racconto?
Beh intanto perché ho un blog e se non ce l’avessi per raccontare i fatti miei, che lo terrei a fare, ma poi, soprattutto, perché mi ha fatto fare tante riflessioni.

Tutto è iniziato un mese fa: alla riunione del lunedì il collega ventiquattrenne australiano (sì, ho colleghi ventiquattrenni australiani, e sì, asciugatevi le bave) si alza e dichiara: ho avuto una lunga telefonata con i miei genitori, non stanno bene e ho deciso che tornerò in Australia il prossimo mese.

Io, che ho iniziato lì solo ad Agosto non ho quasi mai lavorato con il ragazzetto dell’emisfero australe ma mi è dispiaciuto comunque.

Tempo trenta secondi ed era già iniziata l’organizzazione “alla svedese” (nel senso che quando la gente abita qua inizia a diventare come loro, anche se sono nati in un altro posto) mail a destra e a manca, per fargli la festa. In tutti i sensi.

Alla fine non c’è stato nessun processo democratico, il capo ha deciso e ha mandato una mail a tutti (lui escluso)per dire che sarebbe stato venerdì sera al pub (appunto):

E qui arriviamo a venerdì sera, al pub.

Il programma prevedeva una cosa tranquilla: visione della partita Portogallo – Svezia e poi karaoke.
Voglio dire, senza offesa, ma mi diverto di più quando guardo Studio Aperto con mio padre a mezzogiorno (che siccome quando vuole lui non ci sente, a me tocca ripetergli le notizie che poi si va beh, notizie…) (è l’anagramma del mio nome; cit.).

Ci ho pensato un po’, in fondo non ho grande affinità con sto pischello che se ne va ma poi in fondo, massì. Pourquoi pas? Come dice Marjane quando le tocca uscire con quei fulminati di alternativi austriaci.

Allora sono venuta a casa, ho precettato l’Orso e sono andata a cambiarmi.
Ecco, a me mette un sacco di ansia questa situazione in cui la gente che mi vede tutti i giorni dovrebbe vedermi in altre vesti.
Ma altre vesti de che???? Mi sono detta.
Tanto è una partita e un karaoke ad un pub fuori città, chi se ne frega? Mica dovrò mettermi in ghingheri.
Jeans e maglietta e l’Orso che mi rassicurava dicendo “massì amore tu sei bella sempre” (che in genere è la frase che ti dicono quando sei un cesso).

Allora, io già ho colleghe svedesi…
così ammazzo l’autostima del tutto.
Ma va bene, chis’en fruà.

Arriviamo in questo posto a metà tra la trattoria di Nonno Papero (chi ha mai avuto gusti da camionista ed è passato per la periferia ferrarese sa di cosa parlo) e una pizzeria anni ottanta in compensato e io mi autodò delle paccotte sulla spalle congratulandomi per il mio buongusto nello scegliere l’outfit.

Se non fosse che appena scorgo i miei colleghi capisco di essere dentro un film sbagliato.
Allora: passiamo assieme otto ore (e più al giorno), siamo in un momento di (si presume) festa e l’imbarazzo si taglia come la nebbia in Valpadana il venti novembre (sì, mi manca la nebbia, va bene???).
Ma porca vache, dico io, sarà possibile che uno staff composto da quasi tutte persone fuori Svezia sia finito per essere ancora più Svedese degli svedesi???

Le colleghe sono in tacco e vestitino attillato in pizzo.
I colleghi in jeans e camicia a quadri.
Che ordinano tequile come se piovesse.

Mi fanno tenerezza.

E penso: sarà mai possibile?
Un mese ad organizzare questa festa e poi vai di tequila?

Non lo so, mi sembra tutto strano.
L’Orsetto, poverino, che mi vuole bene (no, non è poverino per il fatto di volermi bene) lo sa cosa vuol dire quando mi partono i pensieri, e non mi interrompe.

Ma mi sento strana, non riesco a fare finta che mi siano tutti amici.
E c’è da dire che, che, che, che ad un certo punto mentre scrivevo questo post ieri sera sono crollata io o è crollato il computer e allora lo speng finisco qua.

Annunci

11 pensieri su “

  1. Frou Svedese ha detto:

    Cielo la socialità Svedese. Gioie e dolori, ma soprattutto questi ultimi.
    Il megatacco con minigonna inguinale del venerdì sono un grande classico. Che poi io mi chiedo come fanno quelli che vanno a fare l’afterwork (dalle 4 di pomeriggio!) ad essere belli giù da gara. Ma ce l’hanno un lavoro? Si cambiano nelle cabine telefoniche come superman?
    E comunque sì, non ti caghi di pezza per 5 giorni a settimana ma il venerdì sera dopo due birre siamo tutti amici. Valli a capire.
    La cosa più inquietante nel tuo caso è il grado di Svedesizzazione dei colleghi internazionali ma forse lassù non è quella mezza Babele in cui mi ritrovo io e la “bionditudine” ti contagia prima.
    Tieni duro e forza casual friday!

    Mi piace

    • virginiamanda ha detto:

      Ah beh, ma si portano IL BORSONE!!!
      Tu vuoi dire che dalle tue parti si fa ancora senza? Il borsone è l’amico di ogni svedese qui nella Città, ti porti le scarpe fighette, il vestito fighetto e i trucchi.
      E quando sei ancora a lavoro, TI CAMBI. Da me c’è un camerino apposta per dire, con doccia, ovviamente.
      Non dirmi che da te non c’è! 😉
      Comunque sì, la socialità mi lascia veramente perplessa. Cioè dico io: lo staff composto dal 60% di stranieri, e l’età media è 27 anni, eppure! Non ce la fanno a volersi bene senza la tequila, che tristezza… spero date vada meglio!

      Mi piace

  2. Natalia pi ha detto:

    Ma in tutto ciò, Marjane e gli alternativi austriaci? Se sono fulminati, non possono essere tanto male. Il genere “austracio alternativo un poco folgorato” è stato un salvavita, nei miei anni viennesi. Sarà che ci sono abituata perché sto con uno di essi da anni, ma magari sono più simpatici degli svedesi imbellettati? In boccal al lupo, comunque, con l’inverno, e tutto. Hai tutts la mia comprensione. Bon courage!

    Mi piace

  3. Vixani ha detto:

    massima solidarietà.
    è un paese di imbarazzati sempre, ma sul lavoro (dove guadagnano) nessun imbarazzo o quasi. per il resto non sanno come vivere con leggerezza e ironia. tutto deve essere professionale. ma tu? karaoke alla pensione gigina ammazzandosi di tequila bum bum? ahhaahhaa!!! ma avvelenarli? mettergli pastiglie per fare tanta caccona? insomma un diversivo violento per animare la serata? l’australiano starà festeggiando ne sono sicuro.

    Mi piace

  4. smilablomma ha detto:

    per qualche strana ragione (e non essendo mai stata in Svezia) ho sempre pensato che siccome in Svezia sono tuttie belle-bionde-secche-occhiazzurri quando gli uomini svedesi vedono una tipo noi, diciamo mediterranea, pensano che sia molto più fica delle locali perché cmq ha un sapore esotico. a sto punto mi sa che è ‘na cazzata. chissà come mi era venuta in mente…
    penso pure di aver capito che “jeans+camicia a quadri” sia l’outfit della festa di tutti i maschi non italici.
    e poi ti volevo dire che sto blog mi piace, ma forse dopo questi commenti ridicoli non credi che un giudizio positivo che viene da me sia una cosa positiva…
    ma tant’è!

    Mi piace

    • virginiamanda ha detto:

      Ecco, diciamo che belle sono belle, sì, alte, sì, occhiazzurri, sì, ma per via del secco… ecco diciamo che è tutto in proporzione: sono alte due metri, non possono pesare quaranta kg! Ogni tanto a mensa vorrei fermare le quindicenni che si avventano sulla fetta di cracker sbadilandola di burro come se non esistesse il colesterolo (e la cellulite) e hanno già dù cosciotti che il tacchino del ringraziamento se li scorda, però… ciononostante sono donne molto belle.
      E se si vuol giocare sul fascino “esotico” della mora mediterranea allora si deve essere la Bellucci, perché il livello è quello. Non essendo io la Bellucci, e non essendo dotata di autostima, ecco, ogni giorno è una gara già vinta!
      Da qualcun altro…

      Comunque grazie per i complimenti ed i commenti, sappi che li considero positivi! 😉

      Mi piace

  5. wif ha detto:

    Sono proprio così? Io non me ne sono accorta… Sono bionda e magra ma non alta. Di molliconi ne ho trovati parecchi, anche se ben mascherati.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...