Quid est veritas, chiedeva Ponzio

Serata, acqua, birra, ci sediamo per terra, film, no, musica, baracchino bianco, sedie, gente seduta sul prato, che caldo, eh si, quindi come va.

E mi chiedo: ma queste persone quanto sanno di me?

Sarà quello che io lascio conoscere o quello che loro vogliono conoscere?

Vite che scorrono senza che io le intralci, seguendo la filosofia che mi sono imposta: non disturbare.

Però non disturbando, finisce che non so davvero alla fine di chi fidarmi, perché per quella volta che poi dico qualcosa, si amplifica o si diminuisce, passa per lenti deformanti, ed io ne perdo il controllo.

Che cos’è veramente un amico?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...