“Quella che”

La cosa che temo di più sono le critiche.

Ho il terrore di finire per essere “quella che (aggiungere verbo a caso)”.

Col tempo la paura di essere criticata si è estesa anche alle cose belle, ho paura anche di essere lodata per qualcosa. Insomma, non mi piace che si parli di me.

Però, per paura di non essere “quella che” alla fine sono diventata in un modo che evita molte cose, e rimugino tanto, tantissimo. Perché ho paura di essere “quella che” fa le scenate, “quella che” è volgare, “quella che” se la prende, “quella che” si irrita, “quella che” non se la gode. Però poi per certe cose, per certi comportamenti, ci sto male lo stesso, e rimugino.

E adesso ho paura di aver evitato e soffocato talmente tante volte le mie reazioni più naturali che non so più quale “quella che” sono.

Annunci

Un pensiero su ““Quella che”

  1. lisecharmel ha detto:

    mamma mia, questo post esprime tantissimo anche come sono io.
    non potrei sopportare di essere “quella che”, nel bene e nel male. non sopporto soprattutto le catalogazioni positive: “quella che cucina bene/sa il tedesco/scrive”. e se poi non lo faccio più o non lo faccio bene per davvero? ecco tutti delusi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...