Metti una sera a cena con la Fanta*

Il blog.

Quante cose strane mi ha dato in questi anni. Se ci penso, diventa difficile da spiegare. Infatti, come lo spieghi a uno che non ha un blog che “scrivi su internet” (ma tutti possono leggere i C**i tuoi? Sì, tutti. E perchè?) e che attraverso quello che scrivi “hai conosciuto della gente su internet” e che “quello che scrivi su internet” poi là rimane?

Non è facile.

Probabilmente chi aveva ICQ un po’ lo capisce il senso di “setta segreta”, di complicità per qualcosa che gli altri non conoscono ma che tu condividi, un senso di liberazione, anche, per poter mettere da parte quello che gli altri ti hanno costruito addosso e dire quello che vuoi, senza doverlo spiegare poi.

Ma allora, perché non scrivi su un diario, che così non legge nessuno? Proprio perché qui viene letto. E i commenti aiutano a capirmi.

La paura che mi si è formata varie volte in questi anni (a maggio saranno cinque) è multiforme, ma soprattutto di due tipi.

La prima paura: se chi mi legge e non mi conosce (in faccia) pensa che io sia completamente diversa da quella che sono?

La seconda: se chi mi legge e mi conosce (in faccia) pensa che io sia completamente diversa da quella che sono?

E’ successo che a volte (poche, per fortuna) qualcuno venisse a chiedermi il perché ed il percome di quello che avevo scritto. Chi mi conosce davvero (in faccia), sa che è difficile che io mi arrabbi. E’ molto più facile che io me la prenda, che ci rimanga male, che rimugini e che poi, sì, anche, che ne scriva. Poi in genere mi passa. Ma allora, mi chiedo io, se lo sapete, perché mi venite a chiedere i perché ed i percome? E’ per caso per farmi arrabbiare live?

E’ successo che a volte (poche) io abbia conosciuto delle persone che invece prima erano solo degli avatar. E sia andata un po’ titubante all’incontro, pensando ammamma, chissà cosa si aspettano, e se mi chiedono di quella volta che? e la cosa più strana è stata che le persone che ho conosciuto attraverso il blog e che prima erano degli sconosciuti, non mi hanno mai chiesto il perché ed il percome di quello che scrivevo.

Strano eh?

Ecco spiegato perché tengo un blog, ancora, senza la mia faccia, ancora oggi che non c’è più icq da mò e che la gente sul web ci mette la faccia e si tagga.

 

*Ispirato ad una conversazione con due che erano due avatar e non lo sono più.

Annunci

2 pensieri su “Metti una sera a cena con la Fanta*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...