Penso delle cose che non riesco a dire, pianifico ma non riesco a fare.
E così, all'infinito.
Le persone mi risultano un juke-box di richieste, di qualsiasi genere, e non inseriscono neanche la monetina.
E poi mi dicono, quando mi vedono: sei dimagrita, eravamo preoccupati per te.
Beh, è un bel modo di preoccuparti, quello rimanendo dove sei, senza premere il tasto chiama del tuo telefono.
Ma forse è un problema mio.
Ma io se non voglio dire una cosa di circostanza, sto zitta. Non dico che sia necessario insultare o dire cose meschine, ma basta il silenzio, il più delle volte.
Io se non ho voglia di sentire una persona e la incontro per caso (visto che non la sento mi è impossibile sapere dove vada ed ogni incontro può essere soltanto casuale) poi non le dico: ma ciaaaaaaao, ma quanto tempo, ma AVREI PROPRIO VOLUTO chiamarti, ma dov'eri finita, ero proprio in pensiero per te.
Deve essere proprio un problema mio: si vede che sono una all'antica.
Io se ho voglia di sentire una persona la chiamo, se non ne ho voglia, no.
Probabilmente sono io all'antica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...