Mentre aspettiamo le nostre piadine, sfogliamo i giornali.
La bionda sfoglia le prime pagine del resto del Carlino, piene di foto immense sul Memoriale dell'Undici Settembre 2001, documentano la celebrazione fatta per non dimenticare che ci sono state 2300 vittime innocenti negli Usa. Che un giorno, andando a lavorare o in volo non sono più tornati a casa. Io invece sfoglio un periodico di qualche mese fa. Conosco il sito, ma non avevo mai trovato l'edizione cartacea. In una pagina centrale c'è un bel planisfero e cifre. Nomi di Paesi e cifre. Cease fire scritto in grande: il titolone. Afganistan: 740. Ci chiediamo: saranno le vittime degli ultimi dieci anni? Le vittime degli ultimi tre? Le vittime dell'ultimo anno? No, sono le vittime dal 10 marzo 2011 all'11 aprile 2011. Non voglio dire cose trite. Forse le sto dicendo. Ma noi siamo qui dopo diec'anni a ricordare dei poveracci che sono morti mentre andavano a lavoro. E per vendicarli, ne ammazziamo 740 al mese, impedendogli di trovarselo un lavoro.
Poi sono arrivate le piadine.

Annunci

Un pensiero su “

  1. anonimo ha detto:

    Un ragionamento che non fa una piega.

    Aggiungerei solo che, oltre ad ammazzare quei 740 al mese, ammazziamo anche qualcuno di noi. Triste, tristissimo.

    Adesso sfoglio Vanity fair e bevo il caffé per tirarmi su.

    Giovy

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...