Atterro e non capisco.
Donne col velo non mi guardano e camminano veloci.
La valigia è aperta, tutte le valigie sono state aperte e hanno dei tagli. Tutte sono mezze vuote.
Si avvicina il pilota e mi dice: prendi quell'impermeabile nero deve essere tuo, in italiano. Gli chiedo come fa a saperlo. Dice che sa cosa c'è in tutte le valigie, lo deve sapere per questioni di sicurezza.
Mi dice non avresti dovuto mettere i soldi in valigia, ora non ci sono più.
Chiedo di dov'è mi dice spagnolo di La Coruña.
Guardo gli altri passeggeri, tutte le altre donne hanno il velo.
Salgo sul pullman e mi ritrovo in un paesino, è colorato, le donne hanno veli colorati, ma nessuno mi capisce. Trovo delle donne che parlano francese e mi dicono che bisogna chiamare un amico loro che ha una specie di taxi e che mi può portare in aeroporto a recuperare i bagagli. La donna ha il velo, un velo rosa, ricamato. Dice che non dovrei essere obbligata a metterlo. Arriva l'amico con il furgoncino e mi sveglio.

Annunci

0 pensieri su “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...