I’M A WOMAN

Che poi vorrei proprio capire a che vi serve.
A che vi serve, a voi uomini di questa generazione (chiedo venia per aver usato la parola uomini) essere quello che siete?
A che vi serve?
Non sono delusa, no no.
Il guaio non è che voi siate fatti così. La colpa è mia, visto che io continuo a sperare che non sia vero.
Ed invece continuo ad imbattermi in esemplari imbarazzanti.
A che vi serve?
A che vi serve bullarvi con gli amici all'aperitivo in centro dell'ultima vostra conquista?
A che vi serve tronfi far vedere il messaggio o con aria di baldanzosa arroganza malcelare l'ennesima chiamata senza risposta?
A che vi serve?
A che vi serve non dedicarvi mai ad una persona in modo pieno e consapevole?
A che vi serve avere la compagnia di amici di sempre se tanto poi quella stessa compagnia vi impedisce di crescere?
A che vi serve crogiolarvi sulle vecchie canzoni di Max Pezzali (che per la cronaca, l'epoca del ragazzino sbarbatello che sbatteva in faccia il non me la menare all'ipotetica fidanzatina l'ha terminata da un pezzo finendo semisposato ad una più grande e con un figlio da crescere, la quale probabilmente gli canterà pure questa casa non è un albergo…) se avete trent'anni?
A che vi serve?
Io non lo capisco.
Perchè fate gli interessati ed i romantici i primi cinque minuti? Non vi rendete conto di essere ridicoli?
La conquista stile tredicenne è passata di moda.
Ma non perchè sia passata lo stile.
Perchè è passata di moda l'idea della conquista.
Quando si supera l'adolescenza, l'interesse non dovrebbe più essere quello di poter dire agli amichetti al bar: guardate ho fatto un'altra crocetta.
Così poco uomini siete o così poco uomini vi credete?
Non vi credete in grado di poter conoscere una persona anche dopo che vi abbia concesso le sue grazie?
Io non lo so se sia un fattore di età, se quando avrò a che fare non più con trentenni ma con quarantenni o cinquantenni la situazione migliorerà… purtroppo credo di no.
Vi credete così maturi ed arrivati nella vita perchè i vostri obiettivi sono finire di pagare le rate della macchina, raggiungere l'agognato stipendio a fine mese e sbronzarvi all'aperitivo lungo e… basta.
Se l'amore viene il campanello suonerà, ma voi sarete troppo impegnati nella partitella di calcetto con gli amici di sempre o troppo impegnati a coglionare lo scemo del gruppo per l'ennesima sconfitta amorosa (l'unico che magari, in quanto sfigato, si prenderebbe un po' di tempo per conoscere una prima di portarsela a letto)…
Davvero, vi chiedo: vi serve?
E non è una questione di sfuggire dalle responsabilità.
Per fuggire da qualcosa devi averne paura, e per averne paura devi averla conosciuta in qualche modo.
Mentre voi responsabilità non ne avete mai avute. E continuate a non averne, vivendo come siete abituati da sempre, a casa con mammà e papà.

Loading nuove interpretazioni e nuovi punti di vista…

Annunci

0 pensieri su “I’M A WOMAN

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...