E LA LUNA BUSSO’

Cose che mi fanno riflettere:

– Ieri sera, tram notturno pieno di gente, seduto, io in piedi, mi abbraccia. Scorre fuori tutto fluido e lento, ma c'è qualcosa di solido a cui appoggiarsi. Ho avuto voglia di smettere di pensare, chiudere gli occhi e, forse, piangere.

– Signorì, lei fa quest'esame per avere i didoli ggiuridici per inzegnare latì, io lo so. Quindi studi questo, questo, questo, questo, ah e gliel'ho già data la lista di quarantadue temi da preparare? Eh, e poi mi mandi una mail per quell'altro libro che non ricordo ora…

-Signorina, studi quello che vuole per quest'esame, dice una prof che sembra mia mamma sorridendomi. Mi sono sentita voluta bene. Qui sto per studiare e far diventare il cervello più bello, non il cuore più brutto.

-Ho visto una foto stamattina. C'è una ragazza seduta su una panchina, ha un cappotto aperto dall'ombelico in giù. E con le mani si stringe il bavero sul mento. Ha le gambe scoperte.
Ecco come siamo noi donne in questo preciso momento storico: molto aperte con le gambe, vagina-free, ma con il cuore ben protetto da strati e strati di tessuto, perchè non prenda freddo. Perchè non s'ammali.

– Sta diventando la cameretta che volevo. Con tutto il fuori che mi piace dentro, con un dentro che sembra fuori. Con tutto il dentro dentro.

– Forse quello che mi ci vorrebbeora sarebbe un uomo part- time, dalle 22.30 alle 07.00, per il resto del tempo non vorrei avere nè il suo numero, nè l'indirizzo mail, nè alcun altro contatto.

– Pochi giorni fa a Madrid, prima di dormire, un'amica mi ha scritto una cosa che mi ha fatto un po' preoccupare. Ho spento il computer, sono andata a letto. Ho toccato l'Ispanofono e gli ho detto: posso raccontarti una cosa che mi preoccupa? Claro. Dopo averglielo detto mi ha sorriso. Niña es una tonterìa, ven aquì. Mi ha abbracciata ed ho dormito bene. Mi è mancato. Non lui. Mi è mancato avere un braccio in più che scacciasse dietro le tende i pensieri e mi facesse sentire al sicuro.

– Gli ultimi due uomini con cui ho avuto biblicamente a che fare sono tra i pochissimi che conosco a non avere facebook.

0 thoughts on “E LA LUNA BUSSO’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...