Tornare all’università a 34 anni.

Incredibile ma vero, ho 34 anni. E sono tornata a studiare. Studiare nel senso che viene subito in mente: sui banchi, con lo zainetto, l'astuccio con le penne e il quaderno degli appunti. Proprio così. Ci sono delle piccole differenze: lo zainetto è in pelle (di una marca impronunciabile che  comprò in un impeto di … Leggi tutto Tornare all’università a 34 anni.

I post che non ho scritto nel 2018

I post che non ho scritto nel 2018 non sono finiti nel dimenticatoio, come i presentimenti brutti che poi non si sono realizzati dovrebbero naturalmente fare, bensì, come un rigurgito o un'acidità di stomaco dei primi giorni dell'anno vengono riproposti qui. Ho pensato a lungo (ah ah ah, " a lungo", ma non diciamo fesserie, … Leggi tutto I post che non ho scritto nel 2018

Sbaracco!

Ultimo compito mandato, ultima coppia di genitori spediti oltre oceano nell'altro emisfero, e ultime valigie ancora aperte sul pavimento. Ma soprattutto... Riposino fatto! Ma quanto si sta bene a dormire? Io l'ho sempre saputo (sono nata dormendo, come ci tiene a ripetere mamma, hanno dovuto svegliarmi per farmi piangere e quindi assicurarsi che fossi viva, … Leggi tutto Sbaracco!

Il genio della lampada

Se oggi, tirando fuori le stoviglie ancora da vendere trovassi per caso una lampada a olio da sfregare per fare uscire il Genio, alla sua richiesta dei tre consueti desideri me ne verrebbe immediatamente uno solo. Dormire. Dormire tanto, dormire in silenzio, al buio, per tante ore consecutive, per giorni interi forse. In un letto … Leggi tutto Il genio della lampada

Quando sarò vecchia

farò un viaggio sull'Orient Express da Venezia a Istanbul andrò alla Serata finale di Sanremo seduta in platea organizzerò serate di lettura davanti al camino, con whisky e cioccolato belga chiamerò le mie amiche a casa per giocare a Macchiavelli, bevendo del buon porto invecchiato mi farò fare i cappotti su misura viaggerò solo con … Leggi tutto Quando sarò vecchia

Trentennitudine – la comunità

Eccomi qui: sono state due settimane intese, e i giorni più duri devono ancora arrivare. Sto imparando molte cose, e alcune mi hanno fatto macinare i pensieri per cui so che ne scriverò più avanti. Ma oltre agli argomenti didattici, sto imparando molto anche dal punto di vista sociale, e questo mi ha portato a … Leggi tutto Trentennitudine – la comunità

“Your final destination is: Spain!”

(Sono decisamente troppo sensibile in questo periodo). Tutto è iniziato domenica: ci siamo svegliati, l'Orso ha preparato il caffè (ogni mattina, quando vi svegliate e prendete la moka in mano, pensate alle povere mogli polentone di gente nata nel raggio di 100 km da Napoli che non potranno mai avvicinarsi ad una di esse senza … Leggi tutto “Your final destination is: Spain!”

Da dove cominciare?

(Informazione per la lettura: munirsi di aggeggio sonoro a pressione, tipo il pulsante che si usa nei giochi da tavolo per avvertire che il tempo è scaduto e fa un rumore tipo beeeng! E premerlo ogni volta che c'è scritto: beeeeng!) Ci ho messo tanto a scrivere questo post, e i motivi sono parecchi: - … Leggi tutto Da dove cominciare?

Condensia

Non è un refuso, è che non saprei come chiamarla questa sensazione di ansia condensata all'altezza dello sterno (Virzì, che è un artista, la chiamava Ovosodo, ma lui è, per l'appunto, un artista).   Essa è formata da varie micro-sensazioni:   Senso di inadeguatezza anticipato (ma poi se mi capita questo, se mi succede quell'altro, … Leggi tutto Condensia

V.

  V. di Volver Era il luglio di tre anni fa. Più o meno in questo periodo, giorno più, giorno meno. Eravamo andati in vacanza in Argentina (come mi piacerebbe chiamarli viaggi, i miei, ma non ho abbastanza velleità, ecco un'altra v: v di velleità). Era una vita che desideravo andare non proprio in Argentina,  … Leggi tutto V.