Quando sarò vecchia

farò un viaggio sull'Orient Express da Venezia a Istanbul andrò alla Serata finale di Sanremo seduta in platea organizzerò serate di lettura davanti al camino, con whisky e cioccolato belga chiamerò le mie amiche a casa per giocare a Macchiavelli, bevendo del buon porto invecchiato mi farò fare i cappotti su misura viaggerò solo con … Leggi tutto Quando sarò vecchia

Trentennitudine – la comunità

Eccomi qui: sono state due settimane intese, e i giorni più duri devono ancora arrivare. Sto imparando molte cose, e alcune mi hanno fatto macinare i pensieri per cui so che ne scriverò più avanti. Ma oltre agli argomenti didattici, sto imparando molto anche dal punto di vista sociale, e questo mi ha portato a … Leggi tutto Trentennitudine – la comunità

“Your final destination is: Spain!”

(Sono decisamente troppo sensibile in questo periodo). Tutto è iniziato domenica: ci siamo svegliati, l'Orso ha preparato il caffè (ogni mattina, quando vi svegliate e prendete la moka in mano, pensate alle povere mogli polentone di gente nata nel raggio di 100 km da Napoli che non potranno mai avvicinarsi ad una di esse senza … Leggi tutto “Your final destination is: Spain!”

Da dove cominciare?

(Informazione per la lettura: munirsi di aggeggio sonoro a pressione, tipo il pulsante che si usa nei giochi da tavolo per avvertire che il tempo è scaduto e fa un rumore tipo beeeng! E premerlo ogni volta che c'è scritto: beeeeng!) Ci ho messo tanto a scrivere questo post, e i motivi sono parecchi: - … Leggi tutto Da dove cominciare?

Condensia

Non è un refuso, è che non saprei come chiamarla questa sensazione di ansia condensata all'altezza dello sterno (Virzì, che è un artista, la chiamava Ovosodo, ma lui è, per l'appunto, un artista).   Essa è formata da varie micro-sensazioni:   Senso di inadeguatezza anticipato (ma poi se mi capita questo, se mi succede quell'altro, … Leggi tutto Condensia

V.

  V. di Volver Era il luglio di tre anni fa. Più o meno in questo periodo, giorno più, giorno meno. Eravamo andati in vacanza in Argentina (come mi piacerebbe chiamarli viaggi, i miei, ma non ho abbastanza velleità, ecco un'altra v: v di velleità). Era una vita che desideravo andare non proprio in Argentina,  … Leggi tutto V.

E così, siamo arrivati a Bali.

Ieri in aereo ci pensavo,  che è stato un periodo intenso,  sempre con il fiato sul collo da una parte e il senso di colpa perenne dall'altra, mentre mi sistemavo il cappuccio del mio cuscino stratecnico comprato a Shangai (dai, quest'anno di frequenti trasferte cinesi almeno ha portato qualcosa di positivo: un ottimo cuscino da … Leggi tutto E così, siamo arrivati a Bali.

Virgawards n° 19: canzoni per viaggiare

E' arrivato giugno, è da cinque mesi che non prendo un aereo e non mi sposto da questo isolotto sperduto nel mezzo del Pacifico, quindi è giunto il tempo di pensare ai viaggi. Mentre limo e confeziono ad arte un post lunghissimo sul mio personalissimo punto di vista sul viaggio, che non interesserà nessuno, ho … Leggi tutto Virgawards n° 19: canzoni per viaggiare

Rimba

Vado in spiaggia e mi porto: - il cappello a tesa larga (che sennò mi scotto la faccia e le spalle) - la crema solare a protezione 50 da mettere sulle parti del corpo bianche e quella a protezione 30 per quelle solo pallide (per non fare la fine della prima vacanza in Australia del … Leggi tutto Rimba

Povertà

Ieri ho letto una lunga conversazione su Twitter che mi ha fatto riflettere (e anche commuovere, un po'). Era partita da questo tweet: Everyone I’ve ever talked to who has been poor and is not anymore has the same story of the moment they realized they weren’t poor anymore: grocery shopping. — Erynn Brook (@ErynnBrook) … Leggi tutto Povertà